Ciò che pubblico da ciò che scrivo e dico a pochi

Salve a tutti,

in questo articolo volevo scrivere a riguardo dei miei testi, e precisare che quelli scritti da me, pubblicati nel nostro blog, sono quelli che io ritengo comprensibili ai molti; quindi quelli essoterici. Anche se per ora ho solo 17 anni, probabilmente continuerò ancora a scrivere nel corso della mia vita, ma seppur ci ho pensato solo ora, penso che dovrò dividere in due parti ciò che creo e dare le cose che io penso più profonde e quindi difficili da capire alle persone che io ritengo in grado di comprenderle. Il fatto che qualcuno non sia in grado di comprendere i miei testi, non dipende da me; dopottutto non ho ne molta esperienza ne molta sapienza, bensì dall’evoluzione mentale e spirituale della persona che legge. 

Questa evoluzione non è una cosa che si acquisisce con il tempo, l’esperienza o lo studio, ma con un’altra cosa che in questo contesto non posso spiegare perchè non verrebbe compresa da tutti. Preciso comunque che io sono una ragazza normale, che va in una scuola normale e che ha degli amici normali; l’unica differenza sta nei miei pensieri, idee e tutto ciò che mi frulla per la testa.

Grazie per la lettura 

BlogUPstream 

Annunci

Excusami, ma I don’t speak Americano!

Salve a tutti cari lettori!

Oggi in questo articolo vorrei discutere con voi sull’ importanza della conoscenza dell’ inglese. In questo articolo non ho intenzione di dire che l’inglese è bello, che è fashion o altro, ma vorrei cercare di farvi capire, con varie fonti e dati, perché è giusto conoscerlo.

Allora, premetto che io adoro l’inglese. Credo che sia una lingua che abbia dei bellissimi suoni, e adoro sentirla parlare!

bandierainglese

Concetriamoci però sui veri motivi per cui questa lingua è importantissima:

1. Il primo motivo, spesso il più sentito è che l’inglese è la lingua più parlata al mondo. Ecco.. mi dispiace illudervi ma non è effettivamente così.    Secondo i dati forniti da Wikipedia, la lingua più parlata al mondo è il Cinese mandarino, seguito dallo spagnolo e poi dall’inglese.                       Fatto sta che anche se il cinese è in vetta alla classifica, l’ inglese è usato in 24 nazioni diverse, con 1375 milioni di persone che lo parlano.               L’inglese dunque è la lingua internazionale.

qui di sotto un immagine che mostra dove l’inglese è parlato:

2000px-Knowledge_of_English_EU_map.svg1engworldmap

2. Le migliori università del mondo, secondo le varie classifiche delle università mondiali, sono in Paesi dove si parla l’Inglese. Il livello di istruzione è migliore, e un diploma di laurea acquisito lì, dove ne escono grandi politici, è sicuramente più valida di una laurea qui in Italia.

3. Volenti o nolenti, la cultura inglese fa da padrona nei campi della cultura ed intrattenimento, con buona pace dei Francesi.  Basti pensare a quante parole inglesi  sono entrare in uso nel nostro vocabolario!

Spero che questo articolo vi sia piaciuto e spero di avervi fatto venire voglia di studiare questa meravigliosa lingua!

Have a nice day!

Matteo

L’omosessualità

Buongiorno Followers!

In questo articolo vorrei parlare dell’omosessualità, che probabilmente avevate già capito dal titolo. Beh a parer mio non vi è alcun problema se due persone dello stesso sesso si amano, sinceramente se in mezzo non ci sono io, non mi pongo nemmeno il problema, cioè se sono felici loro, siamo felici tutti! Perchè ci dobbiamo porre dei problemi che non abbiamo e a cui non centriamo? Meno stress ragazzi! Penso che ogni uno di noi abbia già i propri problemi da affrontare, perchè affrontarne ulteriori? Non ha senso! :/ Comunque penso di averlo già detto in qualche altro articolo precedente quale sia la mia età, ma la ripeterò di nuovo. Io ho 17 anni e frequento un liceo linguistico, in cui le persone sono leggermente più acculturate e aperte di quelle che frequentano gli istituti professionali (non voglio offendere nessuno, ma penso di saperne abbastanza di entrambe le tipologie di istruzioni, avendole frequentate entrambe). Quindi sentire un 16 liceale dire: “Io ucciderei tutti quelli che sono gay e omosessuali, mi danno fastidio!” non è accettabile da uno studente, insomma con tutte quelle materie che studi, con tutte quelle cose che impari! Dov’è la tua apertura mentale?

Il mondo sta cambiando, si sta evolvendo e non solo tecnologicamente ma anche sui valori del popolo, quindi o gli accetti o ci soccombi attorniato da loro. Sarà un paragone stupido, ma a me succede molto spesso di far ascoltare della musica indiana, tedesca, spagnola o giapponese a dei miei amici  del linguistico e loro mi dicono: ” Stella non hai qualcosa di normale?” e io rimango allibita da queste persone, insomma studi le lingue, la letteratura e la cultura di altri popoli, ma non accetti di ascoltare la loro musica. Cioè come fai ad accettare l’altro popolo… Ovvio che non sono uguali a noi le altre nazioni, devi essere pronto ad accettare le loro diversità, se no cambia corso! Insomma un liceale linguistico, abituato a studiare, vedere e accettare  diversità, non dovrebbe sorprendersi dell’omosessualità!

Questa sotto è la foto di un rapper americano: Macklemore che ogni sua canzone contiene un messaggio e a quanto pare anche nelle foto.

1-macklemoregay

Grazie per la lettura dell’articolo. Un saluto a tutti e continuate a seguirci se vi piace il nostro blog.

Stella

Si può vivere senza giudicare o pensare di essere giudicati?

Quante volte vi è capitato di pensare di essere giudicati???
Quante volte avete giudicato, con un piccolo pensierino, altra gente, solo per il loro aspetto esteriore???

In questo articolo vorrei capire se è possibile vivere senza giudicare o senza preoccuparsi di come gli altri ti giudicano, analizzando ogni singola ipotesi.
La nostra società essendo piena di stereotipi, ci omologa a pensare che la normalità sia di un solo tipo. Siamo omologati a degli standard di vita, vestirsi in modo consono al luogo dove ci si trova e nei pensieri. Dopotutto non é normale andare in ufficio in bikini no?!?! Tutto ció ci puó sembrare strano perchè non siamo abituati a vederlo spesso; siamo abituati a vederli in giacca e cravatta. Dunque pensandoci, se tutti noi potessimo mostrare chi realmente siamo, con le nostre abitudini, vizi, difettti e pregi; sicuramente molta gente non mostrerebbe ció che attualmente è.
Peró, purtroppo nessuno ha il coraggio di mostrare chi realmente è. I latini a parer mio avevano più che ragione a chiamare la maschera, l’ azione di camuffare con la parola persona, perchè nessuno è veramente chi dimostra di essere in pubblico, nessuno.

La droga, il sesso e il fumo a scuola

Perché molti ragazzi in classe urlano ai quattro venti di drogarsi, aver “scopato” ( in gergo giovanile) o affermano più volte di fumare??? E’ forse per moda??? Per essere accettati nella società che c’è all’interno della scuola??? Oppure per sentirsi più adulti???

A parer mio, il motivo non è uno solo, ma è tutto un complesso di situazioni che il giovane vive e che lo conducono per la via sbagliata. In questo articolo vorrei esaminare ogni singola situazione con i corrispettivi pensieri e idee che un giovane può fare, mentre vive certi momenti difficili della sua vita.

Intanto ricordiamo che queste situazioni si presentano principalmente nella scuola superiore, in un periodo in cui il ragazzo inizia a pensare con la propria testa, vuole fare esperienze ed è attratto da tutto ciò che non fa parte della quotidianità. ; insomma è in piena fase adolescenziale.

Molti giovani vivendo in famiglie sregolate in cui la presenza e la curiosità della salute mentale e fisica del figlio non fa parte dei pensieri dei loro genitori. Oppure vivono con genitori che non li tutelano o che gli insegnano atteggiamenti inopportuni, si ritrovano a intraprendere strade sbagliate. Ricordo solo una cosa, gli adolescenti d’oggi non sono persone cattive o sciocche che si fanno attrarre solo da certe cose. In realtà, prese singolarmente, sono tutte persone buone e cordiali, sembrerà strano, ma sono anche timidi alcuni di loro, il loro problema è che non trovano amore nelle persone che li circondano, allora vanno loro in cerca. E così inizia il loro circolo vizioso: ” io ti voglio bene se…”, “Io ti amo, ma tu devi…” .

Non dobbiamo però dimenticare le regole, che gli studenti creano e che prediligono nelle scuole. Ossia, il fatto che, per essere popolari bisogna fumare, averlo fatto almeno una volta o drogarsi. Tutto ciò viene istituito per incontrare “amici” che si trovano nella loro stessa situazione e che magari potrebbero salvarli. Ma purtroppo essendo anche loro nella melma li trascinano giù.

Allora una domanda che molti si pongono: “Come evitare tutto ciò?”

La risposta è molto semplice, la scuola deve essere più autoritaria e deve considerare che molti allievi sono senza famiglia, ossia senza fondamenta, e quindi deve preoccuparsi di essere lei quella che gliele forma. Perché un giorno saranno loro quelli che controlleranno e gestiranno il nostro paese. Come lo volete questo paese??? Di certo non pieno di droga e di cose indecenti, quindi salvate questi ragazzi. Loro hanno bisogno di una guida ferrea e costante.